Orto Botanico di Brera

Il Giardino

Benvenuti all’Orto Botanico di Brera, silenzioso angolo verde nel centro di Milano

L’Orto Botanico di Brera è un giardino storico fondato nel 1775 per volere di Maria Teresa d’Austria. Precedentemente quest’area era stata terreno da orto per i Padri Gesuiti che, fin dalla fine del ‘500, vivevano nell’adiacente Palazzo Brera. Con la soppressione dell’ordine religioso il Palazzo e le sue pertinenze diventano patrimonio dello Stato asburgico; vi vengono trasferite e potenziate le Scuole Palatine. Insieme alle altre istituzioni fondate nel Palazzo (Osservatorio Astronomico, Biblioteca Braidense, Accademia di Belle Arti a cui si aggiungono poi, in epoca napoleonica, Pinacoteca e Istituto Lombardo di Scienze e Lettere) si crea una vasta sede per l’insegnamento superiore e la ricerca.

Fin dagli esordi l’Orto ha avuto un forte carattere didattico-formativo anche se in epoca napoleonica, con l’introduzione di specie esotiche, si caratterizzerà più per gli aspetti decorativi.

Da allora l’Orto ha subito alterne vicissitudini fino al 1935 quando viene annesso all’Università degli Studi di Milano che tutt’ora lo gestisce.

Oggi l’Orto conserva l’impianto originario. Tre settori sono divisi da due vasche ellittiche: i primi due sono occupati da una serie di aiuole; il terzo è l’arboreto, dove svettano alberi secolari.

Grazie al restauro conservativo avvenuto nel 2001, giornalmente vengono accolti scolaresche e pubblico, anche con disabilità.

L’Orto svolge inoltre il ruolo di luogo per la tutela della biodiversità e delle specie rare.

Dal 2005 è riconosciuto dalla Regione Lombardia come istituzione museale.

Le due storiche Ginkgo biloba L. dell’Orto Botanico di Brera
Le due storiche Ginkgo biloba L. dell’Orto Botanico di Brera

Visione da drone dei settori del giardino con le caratteristiche aiuole
Visione da drone dei settori del giardino con le caratteristiche aiuole