homePageNewsnewsCittaStudiOrto Città Studi

Fascination of Plants Day 2022

By 13 Maggio 2022 Maggio 19th, 2022 No Comments

Apertura straordinaria Sabato 21 Maggio 2022

Dalle ore 10:00 alle ore 18:00

Scarica la locandina in  pdf

VISITE GUIDATE GRATUITE

Visite guidate lungo i vialetti dell’Orto Botanico, durante la passeggiata sono previste soste con spiegazioni
in particolare presso la mostra della Domesticazione, l’allestimento permanente sulla Botanica Forense,
gli Habitat dell’Orto Botanico, la collezione delle Piante Acquatiche e quella delle Piante Tintorie.
Le visite inizieranno presso lo stand sulla biodiversità.

 

Panoramica Orto Botanico Città Studi

Nell’attesa, presso questo stand, sarà possibile osservare un’esposizione di alcune piante delle collezioni dell’Orto Botanico in particolare le specie più interessanti dal punto di vista degli adattamenti e della biodiversità vegetale.

A cura del Prof. Marco Caccianiga

 

Myrmephytum beccarii

 

MOSTRA sulla Domesticazione delle Piante coltivate

Nell’allestimento, organizzato in parcelle, si possono vedere i progenitori delle specie agronomiche attualmente coltivate e selezionate nel corso dei millenni

 

Mostra sulla domesticazione

A cura dei Dott.ri Valerio Parravicini, Diego De Nisi, Cristina Barbero, Mario Beretta e del Prof. Piero Morandini

 

 

LA FORZA DELL’ORZO
Il pubblico potrà toccare con mano l’estrema variabilità genetica dell’orzo e le sue variegate caratteristiche

Tra le attività previste per il Fascination of Plants Day non poteva mancare l’orzo,
originario della Mezzaluna Fertile, la cui coltivazione spazia dai rilievi del Tibet
alle aree calde e siccitose vicine ai deserti.
La sua capacità di adattamento a molteplici condizioni pedoclimatiche proviene
dall’enorme agrobiodiversità che caratterizza il genoma della pianta,
il quale funge da modello anche per altri cereali più complessi.
Ma non solo.
La diversità genetica di questa specie può essere sfruttata anche per ottenere nuove
varietà,in grado di affrontare il cambiamento climatico e impiegate in una nuova agricoltura
sempre più sostenibile ed ecocompatibile.

 

varietà diverse di orzo

Il processo di domesticazione dell’orzo inizia nel Neolitico, con una selezione di caratteri
favorevoli che ha portato alla trasformazione della specie selvatica in una coltura agraria
fondamentale per l’uomo fin dall’antichità – si pensi che la parola con cui erano conosciuti
i gladiatori romani, “hordearii”, o “uomini d’orzo”, deriva proprio da Hordeum, nome scientifico
di questo cereale, che era comunemente consumato dai gladiatori come alimento.

I suoi utilizzi sono molteplici e la conoscenza della sua grande diversità genetica
risulta fondamentale per ottenere varietà con caratteristiche precise in funzione degli alimenti da produrre.
Per esempio, per la produzione del malto da birra si ricercano varietà con un certo livello di proteine,
zuccheri e metaboliti secondari, per il suo consumo diretto si impiegano orzi nudi, mentre per ottenere
il foraggio si ricerca un orzo privo di reste per non irritare l’apparato boccale del bestiame.

Nell’ambito di questa exhibit, il pubblico potrà toccare con mano l’estrema variabilità genetica dell’orzo
attraverso la collezione Oregon Wolfe Barley (OWB) e le sue variegate caratteristiche,
che saranno illustrate e raccontate nel contesto della storia evolutiva di questo cereale.

Tipologia attività:  stand
Destinatari:   ragazzi, famiglie
A cura della prof.ssa Laura Rossini

 

LOMBARDIA UN TESORO DI BIODIVERSITÀ

La Lombardia è una regione ricca di ambienti e di specie vegetali, alcune di queste considerate endemiche e presenti esclusivamente nel nostro territorio, la cui conservazione è minacciata dalla scomparsa degli habitat stessi a causa delle intense attività antropiche.

Conoscere gli habitat e la loro importanza ecologica può essere la chiave per la loro salvaguardia.

 

10:30-12:30 Percorso autoguidato con Kit di osservazione

Visitare l’Orto Botanico in maniera differente.

Ai partecipanti sarà consegnato un kit per poter esplorare e conoscere ambienti e piante in totale autonomia.

 

15:30-17:30 Visite guidate per adulti:

Il percorso si sviluppa attraverso alcuni habitat caratteristici del territorio lombardo, ricostruiti per fini divulgativi e di ricerca all’interno dell’Orto Botanico.

Si analizzeranno le peculiarità di questi ambienti e l’importanza di tutelarli e conservarli al fine di mantenerne la ricchezza floristica e faunistica.

 

Dracocephalum austriacum L.

A cura del Dott. Raffaello Resemini

 

14:00-16:00
CORSO INTENSIVO al riconoscimento delle piante vascolari tramite diversi strumenti e approcci

Durante questa attività verranno spiegati i principali metodi utilizzati per il riconoscimento delle piante e poi si procederà alla determinazione di alcune specie presenti all’Orto Botanico.
max. 25 partecipanti iscrizione tramite email a mario.beretta1@unimi.it

 

Iris pseudacorus

A cura del Prof. Marco Caccianiga e Dott. Mario Beretta

 

Ore 15.00
GLI ALIENI SONO TRA NOI
Piante, animali e biodiversità in pericolo

A caccia negli habitat ricreati all’Orto Botanico scopriremo piante e animali con caratteristiche uniche
Chi saprà creare le piante con gli adattamenti più ingegnosi per colonizzare pianeti inesplorati?

 

Esempio di attività didattica con i bambini

Laboratorio per ragazzi dagli 8 ai 12 anni
Prenotazioni: edu.ortocittastudi@unimi.it
A cura della Dott.ssa Angela Ronchi